_ap_ufes{"success":true,"siteUrl":"www.casadistile.it","urls":{"Home":"http://www.casadistile.it","Category":"http://www.casadistile.it/category/arredamento/","Archive":"http://www.casadistile.it/2017/09/","Post":"http://www.casadistile.it/case/eclettiche/lli-design-ristrutturazione-anni-70-un-appartamento-londra/","Page":"http://www.casadistile.it/testinterstitial/","Attachment":"http://www.casadistile.it/envira/lli-design-ristrutturazione-un-appartamento-anni-70/attachment/highgate-house-designed-by-lli-design-13/","Nav_menu_item":"http://www.casadistile.it/senza-categoria/8404/","Envira":"http://www.casadistile.it/envira/lli-design-ristrutturazione-un-appartamento-anni-70/","Envira_album":"http://www.casadistile.it/envira_album/envira-dynamic-album/","Popup_theme":"http://www.casadistile.it/popup_theme/framed-border/","Bp-email":"http://www.casadistile.it/?post_type=bp-email&p=4720","Wpcf7_contact_form":"http://www.casadistile.it/?post_type=wpcf7_contact_form&p=4607","Wysijap":"http://www.casadistile.it/?wysijap=subscriptions"}}_ap_ufee

Una casa da libro a Madrid

Il progetto che presentiamo oggi ad opera dei designer di  Egue y seta riguarda la ristrutturazione di un’appartamento anni 50 nel cuore di Madrid trasformato in una casa accogliente e funzionale per una famiglia.

Riportiamo per intero la descrizione  ‘tipo ricetta’ simpatica e originale dell’appartamento fatta dai designer di Egue y Seta .

“Apriamo il ricettario nella sezione “belle case” per capire  come trasformare una vecchia casa a Madrid datata anni 50 in una nuova ed accogliente casa per una giovane coppia con bambini.

Ingredienti:
soffitti alti
un tocco di luce naturale
Comfort

Dressing:
Autenticità
Creatività
Una passione per i libri, storie e pellicole

Preparazione:
Mescolate tutti gli ingredienti accuratamente  e lasciate raffreddare. Servite con generosità e preparatevi a condividere con la famiglia e gli amici  una casa deliziosa con un lieto fine e un retrogusto saporito che riesce a trasmettere la personalità e lo stile di vita di una coppia amante della lettura e dei loro figli.

Né un castello né una capanna nel bosco: la storia di questa casa seppur particolare non può certamente definirsi “unica” perchè ha una “gemella” a cui è collegata per creare insieme un elemento architettonico unico. E anche se non coronata da una torre o un campanile, si estende in altezza su una serie di tre piani sfalsati di forma rettangolare che sono sormontati da tetti a due falde alla cui base si può collocare una  libreria doppia piena di libri e storie.

Ma non mettete il carro davanti ai buoi, mettete i piedi di nuovo a terra e tornate verso l’ingresso principale al livello della strada: C’era una volta una casa a cui si accede con pochi passi attraverso  un portico e un cortile dove i vasi di fiori di lavanda che sbocciano risvegliano i sensi: un piccolo giardino che circonda la casa fino alla sua parte settentrionale, dove incontriamo una terrazza e la sua piscina, come un pozzo incantato. Dietro due porte scorrevoli in vetro di  dimensioni generose, nel cuore del piano terra della casa, si trova  un ampio soggiorno pieno di autori famosi e dei loro personaggi che ci guardano con sospetto da ogni angolo dei trenta metri quadrati verticali della solida libreria in legno.  é possibile leggere tutti i libri della libreria mentre ci si rilassa in una delle poltrone d’epoca dagli anni ’50 che fiancheggiano il grande divano in pelle chesterfield cognac o quando si è seduti intorno al tavolo da pranzo recuperato da una colonica francese del XIX secolo.

Se un “brano o due” mettono appetito, si deve solo fare un paio di passi verso la cucina aperta ma indipendente, che è impostata come uno spazio funzionale ma confortevole, dove il candore dei mobili da cucina è combinato con la texture calda di un tavolo di legno e la robustezza dei pavimenti in cemento grigio. Per completare questo piano resta da visitare  un piccolo ufficio, nel caso in cui si sente la necessità di dedicarsi alla scrittura, e un bagno con la sua doccia, perchè un uomo non vive di solo pane. Qui, in un esercizio retorico di economia stilistica e per il bene di una “piccola dieta”, si è deciso di utilizzare solo due materiali, micro-cemento e legno, creando uno spazio sonoro di praticità indiscutibile e purezza formale.

Si dice che la lettura ha il potere di elevare e ci illumini, quindi è il momento di salire al salone del primo piano dove siamo accolti da una grande lampada a sospensione che sottolinea la doppia altezza dello spazio e del carattere verticale della casa . Da qui ci dirigiamo verso le camere da letto:

Nella prima leggiamo le storie della buona notte: una camera da letto per bambini dove poter sognare e giocare sotto una casa sull’albero come letto a castello. Nella loro stanza da bagno, i “piccoli” condividono un doppio lavabo Koholer metallico in stile retrò, circondato da pareti di piastrelle esagonali Hisbalit e il grigio pavimento in micro-cemento su cui fa piacere bagnarsi.

Nella camera da letto la protagonista indiscussa è la luce: il lucernari e le ampie finestre lasciano filtrare i raggi del  sole fino al letto ogni mattina e invitano ad alzarsi e “vivere” un nuovo episodio della nostra storia personale. Nel bagno padronale lavabi doppi sono disposti di fronte alla finestra posta sopra un top rivestito in bianco micro-cemento che è stato esteso verso la doccia trasformandosi in uno scaffale dove lascia spazio ad un’ampia vasca free standing  dove, se abbiamo abbastanza tempo, ci si può rilassare facendo una bagno caldo “da favola” .

L’ultimo capitolo di questa casa ci trova al piano superiore, il capitolo che si svolge tra incontri,  gioco e  ospiti. Qui, ai piedi della libreria che ci ha accolto nel terzo comma,  incontriamo una sala  giochi pronta a trasformarsi, in caso di necessità, in una camera da letto doppia  con la capacità di proteggere e valorizzare  il tesoro grafico, letterario e  di video che  nasconde questa famiglia .  Un letto realizzato con una  rete sospesa  trasforma l’area in il luogo ideale per letteralmente “stare appesi”.

E qui noi diciamo il nostro addio, anche se abbiamo ancora un sacco di carta e inchiostro a sinistra: E ‘ tempo di stare zitti e di vedere le immagini che valgono più  di mille parole. Ma anche se libri di ricette di solito non finiscono con tale frase, in questo caso non siamo riusciti a resistere: tutti vissero felici e contenti.”

Photography by Vicugo Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.