_ap_ufes{"success":true,"siteUrl":"www.casadistile.it","urls":{"Home":"http://www.casadistile.it","Category":"http://www.casadistile.it/category/arredamento/","Archive":"http://www.casadistile.it/2017/09/","Post":"http://www.casadistile.it/case/eclettiche/lli-design-ristrutturazione-anni-70-un-appartamento-londra/","Page":"http://www.casadistile.it/testinterstitial/","Attachment":"http://www.casadistile.it/envira/lli-design-ristrutturazione-un-appartamento-anni-70/attachment/highgate-house-designed-by-lli-design-13/","Nav_menu_item":"http://www.casadistile.it/senza-categoria/8404/","Envira":"http://www.casadistile.it/envira/lli-design-ristrutturazione-un-appartamento-anni-70/","Envira_album":"http://www.casadistile.it/envira_album/envira-dynamic-album/","Popup_theme":"http://www.casadistile.it/popup_theme/framed-border/","Bp-email":"http://www.casadistile.it/?post_type=bp-email&p=4720","Wpcf7_contact_form":"http://www.casadistile.it/?post_type=wpcf7_contact_form&p=4607","Wysijap":"http://www.casadistile.it/?wysijap=subscriptions"}}_ap_ufee

Nook Architects e la “Casa degli specchi”: come aumentare gli spazi

La “Casa degli Specchi” è una residenza privata ristrutturata  da Nook Architects  e situata in  Plaça Catalunya, a Barcellona. Punto di partenza del progetto di ristrutturazione sono state la vista e le grandi vetrate.

Il cliente, stupito dal centro di Barcellona, ​​aveva le idee chiare circa la disposizione degli ambienti: voleva una spaziosa dimora durante le sue visite occasionali per la città e per ospitare i suoi ospiti. La cucina doveva essere al centro di tutto, e la sua funzione doveva essere un punto di incontro più che una vera cucina “a uso famiglia” e  doveva anche ospitare una cantina per più di 600 bottiglie di vino.

C’era una grande quantità di finestre rispetto al numero di ambienti. L’appartamento dispone infatti di 10 aperture verso l’esterno, tra cui finestre e porte finestre. Per aumentare la presenza di queste aperture e moltiplicare la loro presenza sono stati usati dei grandi specchi.

I soffitti alti  hanno permesso di posizionare delle finestre orizzontali che portano  luce anche nelle aree più scure dell’appartamento, rendendo ogni spazio più arioso senza compromettere la privacy.

Per quanto riguarda i materiali, il progetto ha recuperato le caratteristiche originali dell’appartamento, come le volte, le lastre in ceramica e le travi di ferro nei soffitti. Il resto sono materiali nobili (legno, granito, acciaio e vetro), il tutto in toni neutri, con l’eccezione del granito utilizzato in cucina e bagni. Il granito Stromboli assume un ruolo forte all’interno dello spazio con il  suo nero alleggerito dalle striature d’oro, che contrasta pesantemente con i toni chiari del pavimento esagonale, tipica del quartiere.

Finiture contemporanee e calde mettono in evidenza l’anima originale dell’appartamento, che è stato solo leggermente modificata preservandone lo spirito iniziale ma consentendogli di evolvere verso gli standard di comfort dei giorni d’oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.