Quantcast
Chi è e cosa fa un interior designer? - Casa di stile

La tua casa dovrebbe raccontare la storia di chi sei, ed essere una collezione di ciò che ami

30Nate Berkus

Hai mai sentito parlare dell’interior designer? Ti sei mai chiesto chi è questa figura così apprezzata nel mondo dell’immobiliare? E quali sono i suoi compiti?

La professione dell’interior designer sta vedendo una crescente popolarità negli ultimi anni, grazie anche all’arrivo di moltissimi programmi di intrattenimento televisivi che si focalizzano sulle incredibili trasformazioni che questi professionisti operano nelle case.
Per capire meglio l’interior designer, però, è bene conoscere tutti i dettagli sulla sua professione.

Chi è l’interior designer?

Quella dell’interior designer è una professione non sempre ben conosciuta, ma molto importante per chi vuole creare una casa bella e armoniosa.
Infatti, questa figura ha la responsabilità di ideare il giusto mix di arredamento e decorazione per stanze di ogni tipo, da quelle delle case private fino a quelle di uffici aziendali.
L’interior designer deve avere uno spiccato senso della creatività, dello stile e conoscere le ultime mode in fatto di arredamento.
Inoltre, deve saper coniugare questa sensibilità con la capacità di venire incontro alle esigenze dei clienti.

Che cosa fa l’interior designer?

Il compito principale dell’interior designer è quello di saper decorare uno o più ambienti per renderli piacevoli, belli, talvolta originali, secondo il suo gusto o quello dei clienti.
Il risultato deve essere una stanza o un ufficio che è piacevole da vivere, rilassante o stimolante a seconda del suo utilizzo.

Gli elementi architettonici devono essere valorizzati dall’abilità creativa dell’interior designer, che può applicare diversi stili di arredamento. Inoltre, deve anche saper coniugare la bellezza e il design con il budget richiesto. L’interior designer può utilizzare la grande varietà esistente di materiali (legno, metallo, plastica, tessuto, eccetera) per ricreare l’ambiente perfetto, e nel farlo deve anche saper abbinare i colori giusti secondo regole cromatiche molto precise.

Infine, deve riuscire a decorare con ingegno l’ambiente a seconda del suo uso: un cafè che offre bevande originali non può avere lo stesso ambiente di un ristorante raffinato, e un bistrot informale ha chiaramente uno stile diverso da quello di una pizzeria in centro. Inoltre, spesso partecipa alla creazione di stand fieristici per aziende, che utilizzano il design come biglietto da visita per attirare l’attenzione di potenziali partner commerciali.

Come si diventa interior designer?

Al momento non esiste una laurea che possa far diventare interior designer. Sicuramente c’è bisogno di una formazione specifica, che di solito viene offerta da scuole private, o accademie specializzate in design e arte.
Essendo una professione moderna e relativamente nuova, c’è la possibilità di iniziare questa carriera senza il bisogno di frequentare diversi anni di università. Allo stesso tempo, però, è buona prassi frequentare un corso specifico, ed iniziare coniugando studi con passione, amore per il design e l’arte, e tanta creatività.

Di solito gli interior designer lavorano in modo indipendente, ma ci sono diverse piccole aziende che si avvalgono del lavoro di questa figura. Basti pensare a studi di architettura, aziende che si occupano di ristrutturazione di immobili, e così via.

©2020 Casa di Stile - Lasciati ispirare

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account