Cappa sospesa, come scegliere il modello più adatto

Con tante opzioni a disposizione è sempre molto difficile scegliere la cappa che maggiormente si adatta alle proprie esigenze. Decorativa, da parete, sospesa, rimovibile, a incasso, scopriamo come scegliere il modello migliore per la vostra cucina.

I principali elementi da considerare nella scelta sono: i materiali, il design e le funzionalità aggiuntive, oltre alla basilare aspirazione, che la cappa dovrà possedere.

Questo elettrodomestico è fondamentale per cucinare in tranquillità, per proteggerci da odori, vapori e fumi. Le ultime innovazioni sul mercato introdotte da Faber offrono sistemi di trazione estremamente discreti, sia sul lato estetico, sia sul piano uditivo, con soluzioni sempre più silenziose. Le cappe aspiranti filtranti, senza uscita fumi verso l’esterno, consentono una grande libertà nel posizionamento dei mobili della cucina.

La cappa sospesa per una cucina a isola

La cappa sospesa o a isola, come viene comunemente chiamata, si adatta perfettamente al design e allo spazio della tua cucina. Grazie ad una vasta gamma di modelli con diverse dimensioni, forme e finiture, non vi è più la necessità di escogitare stratagemmi per garantire il ricambio dell’aria.

La cappa da soffitto rimane sospesa direttamente sopra la zona cottura, conferendo all’intero ambiente una forte personalità. Acciaio inossidabile, vetro nero, vetro bianco, forma a T rovesciata, quadrata, cilindrica, rettangolare, piramidale… Ci sono così tante possibilità che è necessario fermarsi a riflettere prima di scegliere il modello perfetto per voi. L’impatto visivo dell’intera cucina sarà infatti condizionato dalla scelta della cappa.

La capacità aspirante della cappa sospesa

Grazie al sistema di aspirazione perimetrale, le cappe aspiranti a isola impediscono la propagazione di fumi e cattivi odori, questo a condizione che l’elettrodomestico possieda una corretta potenza di estrazione, adeguata alle dimensioni della vostra cucina.

Per quanto riguarda le misure per le cappe aspiranti dell’isola, dipenderanno dalla grandezza della zona di cottura che va, normalmente, da 60 a 120 cm. La campana dovrà avere la stessa larghezza del piatto, anche un po’ di più per migliorare l’assorbimento. Un altro aspetto importante da tenere in considerazione se vogliamo eliminare i fumi e gli odori è che il condotto di uscita sia il più dritto possibile.

Ricordatevi sempre di rispettare la distanza di sicurezza tra la cappa e piano di cottura (70 cm per vetroceramica e 75 cm per gas), garantire un livello sonoro inferiore a 60 dB e optare per modelli più efficienti grazie alla classificazione energetica.